Voglio dedicare questo editoriale a Bruno D’Alfonso, un amico caro da tantissimi anni che ci ha lasciati, nel silenzio, lo scorso 7 novembre. La notizia si è avuta grazie a Luca Boschi verso la fine di novembre.
Ho conosciuto Bruno nel lontanissimo 1981, quando, davvero da ragazzino, misi in piedi la mia prima rivista satirica. Si chiamava Satiricamentrullarellereggiando. Avevo appena finito il liceo e cominciavo a pubblicare le mie prime vignette. L’entusiasmo era altissimo e decisi di investire la paghetta della nonna in questo giornaletto, sottraendo qualche lira alle sigarette. Fu il modo di conoscere il grande Giuliano che non esitò a mandarmi subito i suoi disegni. Ancora oggi quando penso a Giuliano ricordo l’emozione che provai nell’aprire la sua busta con i disegni. Ebbi il telefono di BDA da Stefano Disegni. Provai a chiamare e Bruno fu subito gentilissimo. Un giovane autore che aveva già buone esperienza avendo collaborato a Il Male e Tramezzino, inserto di Paese Sera. Mi spedì subito qualche vignetta che puntualmente pubblicai. Da quel momento non ci siamo più persi di vista, pur essendoci incontrati di persona solo un paio di volte, una a Torino ed una a Roma, ma sentendoci spesso per telefono.


La sua scomparsa mi ha toccato moltissimo e riempito di tristezza. Poi ho iniziato a guardare i suoi disegni e mi è tornato il sorriso. Ecco, questo è il ricordo che voglio di Bruno. Il ricordo che richiama il sorriso.
Con Palex abbiamo deciso di dedicargli uno speciale, con vignette e testi di due suoi cari amici, Alessandro Schwed e Lido Contemori. Ci lega, tutti insieme, l’esperienza di Mondo B, bel giornale satirico creato da Schwed a cui collaborammo tutti. Perché questo straordinario mondo del disegno umoristico porta anche a questo, al ritrovarsi pubblicati insieme condividendo anche la carta e non solo le passioni.


Con Bruno abbiamo fatto moltissime cose. Era uno dei “fissi”in quasi tutte le mostre che ho organizzato, abbiamo svolto lavori di pubblicità ed ho avuto il piacere di pubblicare un libro di raccolta delle storie di Ciacci, su testi di Cascioli. Credo che la morte di Cascioli abbia segnato profondamente BDA.
Me ne parlava spesso e non si capacitava. Nello speciale abbiamo anche voluto inserire qualche disegno inedito. Ho dovuto pensarci un po’ sopra, perché in fondo sono cose private. Però credo sia giusto farle vedere. Si può scorgere un’ottima mano negli
schizzi, una voglia di disegnare in giro per la città. Bruno me li inviava perché sapeva che amo l’abbozzo, prima ancora del definitivo. Ne parlavamo, ed ascoltavo tutta la sua voglia di continuare a disegnare nonostante una brutta malattia agli occhi lo tormentasse. Si scorge questo in particolare negli ultimi disegni, di pochi mesi fa, in cui il tratto è affaticato, ma non ha perso la freschezza. E ragionavamo su un libro di vignette da fare, nonostante il terribile momento economico. 


Mi manca Bruno, ma la sua arte continua ad accompagnarci e lo farà per sempre. Il suo talento è immortale. Come il nostro sorriso. Buduar serve anche a questo. Il resto del numero è ricco delle migliori firme dell’umorismo, che continuano ad inviare le loro deliziose opere che vi proponiamo. Ma di questo, nello specifico, ne parleremo nel prossimo numero

Leggi Buduàr 4

Il giornale è sfogliabile usando gli appositi tasti di navigazione in basso a destra di ogni pagina.
E' anche possibile sfogliare clikkando col mouse o usando il dito (su palmari e smartphone) e trascinando la pagina a destra, sinistra o in basso.

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio
 

Partners

FM61 march cover

France Cartoons n01 web 1

CONTATTI

Redazione:

Via Francia 9
18038 Sanremo (IM)

Telephone: (039) 345.77.55.406

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tutte le immagini contenute nel sito e nella rivista sono dei rispettivi autori ed eventuali aventi diritto.
La riproduzione è vietata.

La collaborazione a Buduàr è gratuita e avviene su invito. Comunque è sempre gradita la visione di nuove proposte. E' possibile inviare le proprie proposte alla Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.